MAGNABOOK CAMBIA NOME E DIVENTA MAGNACOOK!

MAGNABOOK…DIVENTA MAGNACOOK…LO HA DECISO FACEBOOK…CHE HA IMPOSTO IL CAMBIO DEL NOME…

“Costretti” a cambiare nome per non incorrere in pericolose sanzioni. Gioco forza hanno visto il loro destino cambiare per volontà di altri. Certe storie vale la pena di raccontarle. E il compito di un cronista è sempre quello di narrare i fatti, non esprimendo pareri personali, ma evidenziando quanto accade, portando il lettore a trarre degli spunti di riflessione.

Oggi vi raccontiamo la storia del social network di enogastronomia Magnabook, che a breve, con sorpresa dei suoi affezionati, e non pochi utenti, diventerà Magnacook. Di cosa stiamo parlando? Di poteri occulti che hanno agito dall’alto, ci verrebbe da dire, per fare in modo che il futuro di chi ha creato il primo social italiano di cucina, mutasse radicalmente.

Magnabook con dicitura

La storia di Magnabook comincia nel luglio 2011, quando nasce il progetto e il marchio viene registrato. Ma nel novembre 2011 comincia l’incubo: perchè arriva la prima email degli avvocati incaricati da Facebook, con sede a Madrid.

Ci racconta quanto accaduto il responsabile e fondatore di Magnabook, Alessandro.

«Quindi ci hanno contattato i loro avvocati di Madrid, dicendo che il nostro marchio non andava bene e che dovevamo cambiarlo, in un primo momento non avevamo bene capito cosa volessero, così abbiamo chiesto informazioni ben precise, ecc…e loro hanno detto che il nostro marchio creava confusione agli utenti, per cui dovevamo cambiarlo.

Ci hanno poi detto che la soluzione da trovare sarebbe stata amichevole, e quindi doveva esserci un punto di incontro da entrambe le parti, il tempo di trattativa  era di qualche mese, poi siamo riusciti a spostarlo fino a marzo 2014.

Noi allora pensando che fosse un problema di classi di registrazione del marchio, abbiamo fatto varie proposte per la modifica della classe, ma loro hanno detto che non andava bene. Abbiamo proposto allora di cambiare la scritta gastrosocial network, in ”piattaforma gastronomica” ma anche qui nulla. Allora abbiamo chiesto a loro di farci qualche contro proposta essendo una trattativa amichevole. Ma loro hanno radicalmente cambiato atteggiamento, dicendo che non era compito loro fare proposte, e che l’unica soluzione era quella di ritirare il marchio».

Un fulmine a ciel sereno per i creatori di Magnabook: costruisci tutto il tuo cammino su un nome, che ti attrae, è parte di te. Poi qualcuno più grande, più forte e con maggiore disponibilità economica ti chiede di cambiare tutto.

Magnacook con dicitura e sito

Il tempo è trascorso inesorabile e non è servito allo staff di Magnabook sperare in una conciliazione. Dalle richieste si è passati alle minacce: al rifiuto di un rimborso spese quanto meno per ritirare il marchio e crearne uno nuovo, Facebook è arrivato a dettare anche i tempi. E a lanciare minacce precise: tipo…per noi sarebbe meglio andare a processo, abbiamo i numeri per chiedervi i danni…

Insomma parole chiare per intimorire, per imporre la propria volontà.

E così a breve Magnabook diventerà…Magnacook…con il patrocinio di Facebook…

23 commenti a “MAGNABOOK CAMBIA NOME E DIVENTA MAGNACOOK!

  1. Ragazzi Magnacook secondo me e’ piu’ inerente al tema della cucina ! Alla fine non ci avete perso niente…

    Ma c’e’ un altro social che si chiama CIBOOK ! Non assomiglia anche questo a FaceBOOK ?!?!?

  2. Non ho parole!!! A dire il vero se non avessi letto il messaggio di Silvia Rossa, non avrei capito che la parola che a loro dava fastidio fosse book…inaudito!!!
    Hanno pensato che il vostro gastrosocial network si fosse messo in competizione con il loro cercando di confondere le acque. Avrei potuto capire se l’argomento fosse generico come il loro, ma talmente specifico come magnabook no.
    Pazienza nel mare tanto grande qual è internet nella rete finiscono sempre i più piccoli che sono poi mangiati dai più grandi. Auguri!!!
    Quando saranno pronti i nuovi loghi da poter reinserire?

  3. ciao, ad onor del vero, magnacook mi piace di più come titolo per questo tipo di social, e come diceva mia nonna lasciali cuocere nell’acqua propria, tutta questa strafottenza prima o poi sarà la loro fine ^_^ buona forchetta a tutti

  4. Secondo me, pur accettando il nuovo nome, non avreste dovuto cedere. Non c’erano gli estremi per farvi causa. Il vostro non è un social network con gli scopi fi FB e quindi non esiste la concorrenza sleale. Altro punto forte è il termine “book” che non può essere brevettato perché nome già esistente che indica un oggetto di uso comune. Ad esempio non si può brevettare la parola bitter, rabarbaro, amaro, cioccolato, birra, ecc. Io posso brevettare il “bitter pincopallino” e un altro il “bitter brikbrak” senza che nessuno possa obiettare nulla. Vi do un consiglio, pur utilizzando il nuovo marchio, utilizzate anche il vecchio come categoria interna al nuovo. Avreste vinto la causa senza sborsare un centesimo. In rete esistono migliaia di siti col nome book…

  5. A parte che MagnaCook mi piace… però, che idioti quelli di Facebook… o forse avevano seriamente paura della concorrenza??? Mah…
    Comunque Ragazzi, Avanti a testa alta… avete fatto e state continuando a fare un lavoro eccezionale!!! ^__^

  6. Ragazzi siete grandi gli avete fatto paura ;) Pure io avrei agito come voi mi sa, non mi piace avere scontri nemmeno se la ragione è dalla mia parte, devo essere serena per vivere bene. Buona continuazione e grazie per il bel lavoro che fate sempre e per i buoni rapporti che instaurate con noi ( non è cosa di poco conto credetemi).

  7. Non ho letto tutti i commenti, sono pigra perdonatemi..
    Ad ogni modo, sono dell’idea che magnaCook sia molto più appropriato come nome e simpatico, faccio i complimenti allo staff per come ha gestito la situazione ed ha tenuto duro, bravissimi.
    Ora vado a familiarizzare con la nuova grafica, buona cucina a tutti!

Lascia un Commento

Entra o Iscriviti a Magnacook per lasciare un commento!